martedì 3 marzo 2009

Vana ricerca

Un'altra giornata e' passata nella vana ricerca di un lavoro: vuoi perche' c'e' crisi, vuoi perche' la stagione non invita ad uscire, i ristoranti in cui sono andata oggi, qui ad Astoria, non necessitano di nuovo personale. Signori si fa dura e il mio cervellino e' gia' in fibrillazione alla ricerca di che lavoro posso inventarmi per sopravvivere in questa giungla. A dirla tutta qualche idea mi e' gia' venuta... potrei fare pasta fresca su commissione (per la cronaca questo week end mi cimentero' nella preparazione di lasagne verdi su richiesta di Penny, la mia coinquilina, e avremo come ospiti sua sorella e il suo migliore amico... se vengono bene potrei aprire un'attivita'... vi tengo aggiornati) oppure potrei fare la dog-sitter, beh insomma anche se l'ansia comincia a farsi sentire, non demordo e terro' duro finche' non le avro' provate davvero tutte (ovviamente si sta parlando di cose legali). Mi raccomando, se vi vengono idee non esitate a comunicarmele.

Vi abbraccio

ps oggi per la prima volta, andando in giro per la citta', ho avuto freddo! Penso ci fossero tipo zero gradi Fareneit che sono circa -15 gradi Celsius (!!!!!!!!!!!) - aiuto

3 commenti:

  1. copriti piccolina non è il caso che ti ammali!

    Insegnante di italiano
    cuoca a domicilio
    iniziati ad informare come si fa a vendere al mercato a soho la domenica e inizia a produrre oggettini!

    e sono le prime cose che mi sono venute in mente!
    baci bellina

    RispondiElimina
  2. Fico, tutto molto interessante! Ho preso nota :)

    RispondiElimina
  3. Anche tata poliglotta
    baci

    RispondiElimina